Che genere di città. Seminario sulle pari opportunità

 
Che genere di città
Che genere di città

Un filo rosa per...

"Che genere di città" è stato il primo dei numerosi appuntamenti previsti dal programma "Un filo rosa per" che l'amministrazione comunale ha previsto per creare l'opportuna sensibilità sul mondo rosa.
Nella sala del consiglio comunale ha preso il via nei giorni scorsi, con questo primo seminario, il progetto che l'assessorato comunale alle pari opportunità ha realizzato in collaborazione con le commissioni di genere regionale, provinciale e comunale.
Il filo rosa per stare insieme, conoscersi, dialogare e fare rete si snoda partendo con riflessioni sulla città con gli amministratori comunali.
Al seminario, moderato da Antonella Cosentino - referente pari opportunità regionale - hanno partecipato gli assessori comunali Antonella Rizzo (Lavori pubblici) - Ettore Perziano (Urbanistica) - Pantaleone Nicoscia (Viabilità) e Eugenia Garritani (Pubblica istruzione e pari opportunità).
Le conclusioni sono state affidate a Antonia La Nucara- Presidente Commissione Regionale Pari Opportunità.
Al centro del dibattito la necessità di operare, anche dal punto di vista amministrativo, per un "riattraversamento"della città e dei suoi diversi luoghi che ha come scopo una vera e propria riappropriazione di essi e insieme di conoscenza e consapevolezza.
Impegno che porta a conoscere e sviluppare le reti di relazioni che esistono e che sostengono l'intera comunità.
Antonia La Nucara ha sostenuto la opportunità per le amministrazioni di prevedere un bilancio di genere inteso non come un mero elemento economico bensì come strumento chiave con il quale definire modelli di sviluppo.
La Nucara ha sottolineato, inoltre, l'importanza di confrontarsi costantemente per porre l'accento sull'impatto delle politiche pubbliche sulle donne e sugli uomini.
Il prossimo appuntamento de "un filo rosa per..." è per l'8 marzo alle ore 17.00 presso la sala consiliare con il premio "Hera Lacinia" - i talenti di genere.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO