Centro di assistenza disabili a S. Francesco

 
Protocollo tra Arcidiocesi e Comune
Protocollo tra Arcidiocesi e Comune

Un altro tassello a Crotone Città Solidale

Siglato presso la sede dell'Arcivescovado, tra la Caritas Diocesana ed Comune di Crotone, un protocollo di intesa per la istituzione di un centro diurno per diversamente abili nel popolare quartiere di S. Francesco.
Il documento, che è stato sottoscritto da Monsignor Graziani e dall'avvocato Vincenzo Scalera - dirigente del Settore Servizi Sociali del Comune su delega del Sindaco, prevede la concessione da parte del Comune alla Caritas Diocesana in comodato d'uso gratuito di locali della struttura denominata "Centro Sociale San Francesco", sita nell'omonimo quartiere, per l'attivazione di un "Centro Diurno per Diversamente Abili", in favore di anziani e disabili della città, con particolare attenzione a questi ultimi.
La comunanza di intenti tra Caritas e Comune è partita da una proposta che la stessa Caritas Diocesana ha formulato all'amministrazione comunale, nella consapevolezza che un centro diurno costituisca uno dei presupposti per prevenire e contrastare le situazioni di difficoltà e di svantaggio dei diversamente abili.
Con l'istituzione del centro, le cui attività saranno svolte dalla Caritas Diocesana, si intende dare risposta ai bisogni del territorio facendosi carico dei problemi delle famiglie dei portatori di handicap.
Il Centro promuoverà attività animative, espressive, educative, lavorative, di accoglienza, finalizzate alla socializzazione ed all'aggregazione, alla responsabilizzazione dei singoli e della comunità, all'auto progetto, in un'ottica di superamento delle logiche che provocano sul territorio l'emarginazione sociale delle persone disabili.
Il Centro si propone di divenire un punto di riferimento per l'ascolto dei bisogni, l'informazione, la crescita culturale della cittadinanza su tutto ciò che concerne il mondo dell'handicap.
Il Centro si propone di offrire ospitalità diurna e assistenza qualificata, attra¬verso interventi mirati e personalizzati, per lo svolgimento di attività socio-terapeutiche, ludico-motorie, culturali, sportive, occupazionali e socio-assistenziali, atte all'acquisizione e al mante¬nimento di capacità comportamentali, cognitive ed affettivo¬ - relazionali, ricercando il più possibile la massima espressione delle risorse e potenzialità proprie.
"Con l'inchiostro ancora fresco a seguito della sottoscrizione del protocollo di intesa tra la Caritas Diocesana ed il Comune di Crotone per la realizzazione di un centro per accoglienza di disabili nel quartiere S. Francesco, il primo sentimento che provo è quello di una grande soddisfazione di veder concretizzato il lavoro che come consigliere delegato ai servizi sociali ho portato avanti in questi mesi.
La realizzazione di un centro per disabili che avrà sede dove prima si trovava una struttura diroccata ed abbandonata è la dimostrazione di una concezione diversa che stiamo dando alle politiche sociali nella nostra città che sta trovando realizzazione in tante iniziative non ultimo il varo del primo piano per il sociale ammesso dalla Regione Calabria.
Un lavoro certosino e anche faticoso ma che trova la giusta sintesi con giornate con quelle ieri in cui si sono messe le basi per la realizzazione di un centro destinato all'accoglienza dei disabili e degli anziani in uno dei quartieri più popolari della città.
Un quartiere dove questo centro potrà accelerare il processo di socializzazione e di integrazione sul quale stiamo lavorando da più tempo ed in più settori.
Un altro tassello aggiunto al programma Crotone Città Solidale previsto dal primo Piano Strategico della città.
Sono particolarmente soddisfatto che l'attività di assistenza e di animazione possa essere effettuata in questo centro dalla Caritas Diocesana che ha la necessaria esperienza per ottenere grandi risultati e fornire un adeguato servizio a quanti ne hanno bisogno.
Quanto si sta per realizzare è il frutto di numerosi incontri che ho personalmente avuto con Sua Eccellenza il Vescovo al quale va il personale ringraziamento per la disponibilità.
Lo sforzo congiunto sia dal punto di vista progettuale che finanziario che Caritas Diocesana e Comune stanno sostenendo vedrà i suoi frutti nel prossimo mese di giugno quando i locali che abbiamo messo a disposizione ospiteranno il nuovo centro diurno per l'assistenza ai disabili ed agli anziani nel quartiere di S. Francesco.
"
Filippo Esposito
Consigliere Delegato ai Servizi Sociali

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO