Il Giovedì della scuola "Anna Frank"

 
Un disegno di un alunno crotonese
Un disegno di un alunno crotonese

E' stato all'insegna della solidarietÓ il "Giovedý dei Ragazzi", l'iniziativa promossa dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione, che ha visto protagonisti gli alunni delle classi medie della scuola Anna Frank.
Ancora una volta, come ogni giovedý, i piccoli cittadini hanno preso "possesso" della casa comunale per confrontarsi con l'amministrazione che era rappresentata dal Vice Sindaco ed Assessore alla Pubblica Istruzione Teresa Cortese, dall'Assessore allo Sport Claudio Perri e dal Consigliere delegato ai Servizi Sociali Filippo Esposito.
Accompagnati dalle insegnanti Maddalena Favorito, Luisa Floccari, Laura Talarico ed Antonella Lauro, con la partecipazione anche di alcuni genitori, gli alunni hanno incentrato la propria presenza con una riflessione collettiva sulla solidarietÓ.
"SolidarietÓ, amore, umiltÓ" Ŕ scritto in uno degli elaborati che sono stati consegnati agli amministratori "sono sentimenti che dovrebbero sempre regnare nella realtÓ".
Ed in una poesia si legge "chi chiede aiuto non ha la forza di urlare, ma noi dobbiamo capire, noi dobbiamo aiutare, noi dobbiamo saper ascoltare".
Un bellissimo esempio di apertura di questi ragazzi che hanno ricordato che nel loro istituto Ŕ stato costituito un centro di aggregazione formativo che ha lo scopo di aiutare gratuitamente alunni e famiglie disagiate.
I ragazzi hanno anche raccontato di una loro recente esperienza vissuta con i volontariá dell'Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) rimarcando che donare sangue Ŕ un atto di grande sensibilitÓ verso gli altri.
Dal Vice Sindaco Teresa Cortese i ragazzi hanno appreso che la cittÓ di Crotone ha adottato un regolamento per la concessione di un attestato simbolico di cittadinanza ai figli di stranieri nati a Crotone e le tante iniziative che vedono protagonista l'amministrazione in materia di tutela ai minori ringraziando i ragazzi "per aver voluto affrontare un tema importantissimo come la solidarietÓ sociale senza la quale una comunitÓ non si pu˛ definire tale"
Dal Consigliere delegato Filippo Esposito i ragazzi hanno conosciuto le tante attivitÓ che l'amministrazione, quale Comune capofila del distretto socio sanitario, mette in campo per l'assistenza ai diversamente abili, degli anziani, delle persone che vivono in condizione disagiate: "iniziative che proponiamo anche se non ci sono tante risorse per il sociale ma che danno la misura della volontÓ specifica da parte dell'amministrazione di non tralasciare nessuna fascia sociale"
L'Assessore allo Sport Claudio Perri ha evidenziato la forza di questi ragazzi che sono fonte diá arricchimento con le loro proposte e le loro riflessioni.
"Noi abbiamo bisogno di Voi che siete la dimostrazione reale di come i ragazzi conservino determinati valori" ha sottolineato l'assessore Perri

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO