Oltre la notizia

 
Premio "Nati per scrivere Enzo Biagi"
Premio "Nati per scrivere Enzo Biagi"

Sono stati gli alunni della scuola media Giovanni XXIII  i protagonisti del quinto appuntamento del premio "Nati per Scrivere Enzo Biagi", l'iniziativa promossa dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Crotone che vede coinvolte le scuole cittadine sui temi della comunicazione e della informazione nel nome del grande giornalista e scrittore.
Oltre cinquanta ragazzi hanno colorato, questa mattina, la sala consiliare del Comune di Crotone accompagnati dalle docenti Giuseppina Asturi, Maria Silvia Corazza e Brunella Anili.
E' stato il Vice Sindaco ed Assessore alla Pubblica Istruzione Teresa Cortese che ha ricevuto i "piccoli cronisti" che hanno avuto l'occasione di dialogare con il giornalista Emilio Genovese de "Il Crotonese"
Genovese ha offerto ai ragazzi un panorama completo della storia della stampa periodica con "incursioni" anche in veri e propri spaccati del giornalismo pionieristico.
I ragazzi, attraverso le parole e gli esempi del giornalista de "Il Crotonese" hanno avuto l'occasione di conoscere vere e proprie chicche del giornalismo periodico come le famose copertine di Achille Beltrame sulla Domenica del Corriere.
"Con il periodico" ha detto Genovese "cambia il tipo di scrittura. Il giornalista deve andare oltre la notizia offrendo al lettore anche la possibilitÓ di approfondimento".
Tante le domande poste dai ragazzi sulla stampa periodica: sui formati, sui tempi di uscita, sulla importanza delle fotografie.
Anche su Enzo Biagi sono molto interessati gli approfondimenti che gli alunni stanno preparando in attesa della visita delle figlie del grande giornalista, Bice e Carla, che saranno a gennaio a Crotone per incontrare i ragazzi che stanno partecipando all'iniziativa.
Un bel "viaggio" che gli alunni stanno svolgendo, attraverso la vita professionale del grande giornalista e scrittore che, grazie anche alla sensibilitÓ e l'attenzione dei docenti e dei dirigenti scolastici, pur non avendolo conosciuto direttamente per il dato anagrafico, stanno cominciando ad avvertire come una figura familiare e di riferimento.

 



 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO