Itinerari Turistici

 

Itinerario nel Centro storico
Itinerario Archeologico
Itinerario nel Centro storico
Tempo Previsto: 1 ora e 30 minuti
Tipo di Percorso: a piedi
Tappe:


·
Cattedrale   
                              
· Casa Olivieri-Susanna

· Casa della Cultura    
                 
· Palazzo Sculco

· Chiesa dell'Immacolata    
          
· Palazzo Lucifero (ramo di Apriglianello)

· Mura Bizantine          
               
· Palazzo Grimaldi

· Chiesa di Santa Chiara    
            
· Palazzo Giunti 

· Palazzo Galluccio   
                      
· Chiesa di S. Maria in Protospatariis 

· Chiesa di San Giuseppe 
             
· Palazzo De Mayda 

· Villa Berlingieri (Baroni)
             
· Palazzo Albani (già Suriano)

· Palazzo Zurlo-Soda  
                   
· Palazzo Berlingieri

· Palazzo Lucifero  
                          
· Liceo classico "Pitagora"

· P alazzo Morelli
                             
· Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale

· Palazzo Baracco            
  

 

Centro Storico di Crotone

Descrizione del percorso:
Visitare l'antica Kroton significa inoltrarsi in un viaggio nel suo centro storico: un tempo racchiuso entro la cinta muraria, gran parte della quale fu abbattuta poco dopo l'Unità d'Italia. La città fu sottoposta nei secoli a varie dominazioni straniere il cui influsso si riflette nello stile eterogeneo del suo centro antico, caratterizzato da vie strette e piazzette in cui si affacciano palazzi nobiliari e chiese. L'itinerario proposto aggira il centro storico, ripercorrendone il perimetro sino a raggiungere la sommità dell'altura, su cui sorge l'imponente fortezza di Crotone, per poi ridiscendere verso il mare al quartiere Pescheria e terminare in piazza Umberto I.
Si visita l'interno della Cattedrale, in particolare ammirando la cappella che conserva la sacra icona della Madonna di Capo Colonna.
Per raggiungere il centro storico si prosegue per via Vittorio Emanuele, dove è possibile ammirare sulla sinistra l'Ex-Municipio già monastero-ospedale di San Giovanni di Dio. A chiudere la via, la bella Chiesa dell'Immacolata dove, accedendo all'interno, si possono osservare la cripta e la scultura lignea del Cristo Crocifisso. Lasciata la chiesa alle spalle si sale per via Risorgimento. Sulla sinistra vi è una parte del Monastero di Santa Chiara, che si sviluppa nelle stradine interne del centro storico, con annessa la splendida chiesa. Tornando su via Risorgimento è da ammirare Palazzo Galluccio con giardino dall'altro lato della strada che si estende sul bastione e l'esterno della settecentesca Chiesa di San Giuseppe a chiudere la salita. Continuando il percorso si passa davanti agli storici Palazzo Berlingieri e Palazzo Zurlo-Soda. Di fronte a quest'ultimo sorge il Museo Archeologico di Crotone. Proseguendo lungo via Risorgimento si possono apprezzare Palazzo Lucifero, con un portale caratterizzato dallo stemma nobiliare della famiglia e Palazzo Morelli, con facciate gemelle. Giunti in piazza Castello, si ammirano il Castello Fortezza di Crotone, Palazzo Barracco (al cui interno ha sede il MACK, Museo di Arte Contemporanea Krotone) e la Chiesa del Santissimo Salvatore. Addentrandosi nel cuore del centro storico, si contemplano il bellissimo portale di Casa Olivieri-Susanna, il Palazzo Sculco e il Palazzo Lucifero (ramo di Apriglianello).
Scendendo da via Fosso si costeggia la Villa Comunale, visibile dall'alto, mentre sulla sinistra si scorge Palazzo Grimaldi. Si scende ancora fino a raggiungere Palazzo Giunti, e addentrandosi all'interno lungo via Suriano, passando davanti alla Chiesa di Santa Maria in Protospatariis si giunge a Palazzo De Mayda. Proseguendo verso il mare si nota l'uscita segreta della Pescheria. Si esce quindi su viale Regina Margherita e si procede verso piazza Umberto I dove si osservano Palazzo Albani (già Suriano), Palazzo Berlingieri, il Liceo classico "Pitagora" e il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale.

 
 

Turistic itineraries Route in Old Town
Archaeological Itinerary
Itinerary in Old Town
Expected time: 1 hour 30 minutes
Route type: on foot  
Stages:

· Cathedral                                     

· House Olivieri-Susanna

· House of Culture                            

· Palace Sculco

· Church of the Immaculate            

· Palace Lucifero (the Apriglianello branch)

· Walls Byzantine                            

· Palazzo Grimaldi

· Church of Santa Chiara                

· Palazzo Giunti

· Palazzo Galluccio                      

· Church of Santa Maria in Protosparis

· Church of St. Joseph                    

· Palazzo De Mayda

· Villa Berlingeri (Baroni) 
             
· Palazzo Albani (already Suriano)

· Palazzo Zurlo-Soda  
                     
· Palazzo Berlingeri

· Palazzo Luciferi
                           
· Classic Licaeo "Pythagoras"

· Palazzo Morelli 
                             
· Memorial of World War I.

· Palazzo Baracco

 














Description of the path:

To visit the ancient Kroton means advancing in a trip to its historic center: a temple enclosed by the walls, most of which was demolished shortly after the Unit of Italy. The city was subjected over the centuries to various foreign dominations whose influence is reflected in the varied style of its old town, with its narrow streets and small squares overlooked by palaces and churches. The itinerary bypasses the historic center, tracing the perimeter until it reaches the summit of the hill, on which stands the imposing fortress of Crotone, before falling back into the sea to the fish market area and finish in Piazza Umberto I.
We visit the interior of the Cathedral, especially admiring the chapel which houses the sacred icon of the Madonna di Capo Colonna. To reach the historic center along Via Vittorio Emanuele, where you can see on the left the Ex-Hall already monastery and hospital of St Giovanni di Dio. To close the way, the beautiful Church of the Immaculate where, by accessing the interior, you can observe the crypt and the sculpture of the crucified Christ. After leaving the church behind you up Via Risorgimento. On the left there is a part of Monastery of Santa Chiara, which develops in the inner streets of the historic center, with adjoining the
beautiful church. Returning on Via Risorgimento is to admire Palazzo Galluccio with a garden from the other side of the road that stretches along the ramparts and the exterior of the eighteenth-century Church of St. Joseph to close the climb. Continuing the way we pass in front of the historic Berlingeri and Zurlo-Soda Palaces. Faced with this last is the Archaeological Museum of Crotone. Continuing along Via Risorgimento you can appreciate Lucifero Palace, with a portal characterized by the coat of arms of the family and Morelli Palace, with twin façades. Once in Piazza Castello, you can admire the castle fortress of Crotone, Baracco Palace (inside which houses the MACK, Museum of Contemporary Art Krotone) and the Church of the Holy Savior. Entering the heart of the historic center, we contemplate the wonderful portal of Casa Olivieri-Susanna, the Sculco Palace and the Lucifero Palace (the Apriglianello branch). Coming down from Via Fosso aloong the municipal park, visible from the top and on the left you can see Grimaldi Palace. It still comes down to reach Giunti Palace, and penetrating the interior along the way Suriano, past the Church of Santa Maria in Protospataris we arrive at Palazzo De Mayda.
Continuing towards the sea you will notice the secret exit of the Fish market. It comes then Viale Regina Maegherita and proceed towards Umberto square where you can see Albani Palace (already Suriano), Berlingeri Palace, classical Liceo "Pythagoras" and the monument to the fallen of the First World War.

 
 
 
 
 
 

Itinerario Archeologico
Tempo Previsto: ¹/² giornata
Tipo di Percorso: in auto e a piedi
Tappe:
· Parco Archeologico di Capo Colonna
· Museo Archeologico di Capo Colonna
· Museo Archeologico Nazionale di Crotone
Descrizione del percorso:
Un certo numero di tracce testimoniano il periodo della Magna Grecia, forse la più fruttuosa che Crotone abbia mai conosciuto: il promontorio di Capo Colonna, il simbolo della storia millenaria della città, la cui unica colonna dorica rimasta porta l'eco dello splendore di tale periodo storico glorioso. Risalente al 6° secolo a.C., è stato uno dei più importanti luoghi religiosi nella Magna Grecia, su cui oggi sorge il Parco Archeologico di Capo Colonna.
L'itinerario proposto ha inizio a Capo Colonna, dove si possono ammirare i resti dell'antico Santuario dedicato alla dea Hera, continua con una visita nel Museo Archeologico annesso al Parco e si conclude al Museo Archeologico Nazionale della città.
Nella località di Capo Colonna, a circa 13 km di distanza da Crotone, sorge l'omonimo Parco Archeologico costituito da circa 30.000 mq di terreno assegnati per gli scavi che hanno riportato alla luce le fondamenta di vari edifici e luoghi domestici, con 20 ettari di bosco mediterraneo in cui sono presenti piacevoli sentieri naturali che portano dal Museo all'unica colonna del Tempio di Hera Lacinia, anticamente detto Lakinion Akron. La città di Crotone era infatti sede di uno dei santuari più celebri della Magna Grecia, dedicato ad Hera Lacinia. Il tempio, periptero, era composto da 48 colonne, in stile dorico, di ca. 8 metri di altezza. Sino al 1638 erano visibili due colonne, una delle quali crollò a causa di un violentissimo terremoto di quell'anno.             
Una via sacra conduce ai resti del tempio e di tre edifici, indicati come "Edificio B", "Edificio H" ed "Edificio K". L'edificio B, a pianta rettangolare, si pensa che possa essere il tempio più antico. Qui fu rinvenuto il Diadema Aureo conservato presso il Museo Archeologico Nazionale sito a Crotone. Le suppellettili rinvenute presso i resti dell'edificio H o Hestatorion fanno presupporre che questo fosse adibito a luogo di mensa e ristoro per i viaggiatori o i sacerdoti mentre l'edificio K o Katagonion era probabilmente la foresteria dove potevano trovare alloggio i visitatori. I due edifici risalgono al IV secolo, quando il Tempioera già celebre in tutta la Magna Grecia. All'interno del Santuario sono documentati anche resti di età romana come il Balneum, un edificio termale di modeste dimensioni e le Domus, abitazioni residenziali appartenenti forse apersone ricche, adibite successivamente a fornaci. Risale anche al periodo romano una parte della cinta muraria, che doveva proteggere l'ara sacra ad Hera. Sul promontorio sorge anche una chiesetta dedicata alla Madonna di Capo Colonna e una antica torre di avvistamento, detta Torre di Capo Nao o Torre Nao. All'interno del Parco Archeologico sorge il Museo Archeologico di Capo Colonna e nella città, in via Risorgimento, è ubicato il Museo Archeologico Nazionale.

Archaeological Itinerary
Estimated time: ¹/² day
Route type: by car and on foot  
Stages:
· Capo Colonna Archaeological Park
· Archaeological Museum of Capo Colonna
· National Archaeological Museum of Crotone
Route description:
A certain number of tracks testify the time of Ancient Greece, perhaps as the most fruitful that Crotone has ever known: the promontory of Capo Colonna, the symbol of the millennial history of the city, whose only a Doric column remained carries the echo of the splendor of this old glory days. Dating back to the 6th century BC, it was one of the most important religious sites in the Magna Grecia, on which stands the Capo Colonna Archaeological Park. The itinerary begins in Capo Colonna, where you can admire the ruins of the ancient sanctuary dedicated to the goddess Hera, it continues with a view of the adjacent Archaeological Museum in the Park and ends at the National Archaeological Museum of the city.
In the Location of Capo Colonna, about 13 km away from Crotone, it stands the eponymous archaeological park consists of about 30,000 square meters of land assigned to the excavations that have uncovered the foundations of several buildings and home sites, with 20 hectares of Mediterranean woodland where there are pleasant nature trails that lead from the Museum to the single column of the Temple of Hera Lacinia, formerly known Lakinion Akron. The city Crotne was in fact home to one of the most famous sanctuaries of Ancient Greece, dedicated to Hera Lacinia. The temple, peripteral, was composed of 48 columns, in Doric style, about 8 meters high. Until 1638 were visible two columns, one of which collapsed due to a violent earthquake of that year. A sacred way leads to the remains of the temple and three buildings, referred to as "Building B", "Building H" and "Building K". The B building, rectangular in shape, is thought to be the oldest temple. Here it was found the Golden Tiara kept at the National Archaeological Museum site in Crotone. The ornaments found at the H building remains or Hestatorion give reason to believe that this was used as a place of meals and refreshments for travelers or priests while K or Katagonion building was probably the guesthouse where visitors could find lodging. The buildings date back to the fourth century, when the Temple was already famous throughout Magna Grecia. At the interior of the Sanctuary are also documented remains of the Roman age as the Balneum, a thermal building of modest size and Domus, residential homes, perhaps belonging to rich people, engaged then in kilns. It dates back to the Roman period also a part of the walls, which was to protect the sacred altar to Hera. On the promontory it is also a church dedicated to the Madonna di Capo Colonna and an ancient tower, known as Tower or Torre Cape Nao Nao. At the interior of the Archaeological Park is the Archaeological Museum of Capo Colonna and in the city, in Via Risorgimento, lies the National Archaeological Museum.

 
 

Elaborazione dell'ufficio: Centro Elaborazioni Dati (CED)
Fonte: Settore Turismo
Data ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2017
Revisionato da: Alessandra Vrenna
Traduzione a cura di:
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO