Crotone capitale delle discipline marziali

 
Un momento della conferenza stampa
Un momento della conferenza stampa

Cinquecento atleti provenienti da tutta Italia, oltre ad un nutrito gruppo di accompagnatori ed appassionati, pronti ad "invadere" la cittā di Crotone il 5 e 6 aprile prossimo  in occasione dell'evento "Apocalypse Tournament" torneo internazionale di discipline marziali che si terrā presso il Palamilone.
L'iniziativa č stata presentata questa mattina nella Sala Consiliare dall'assessore allo sport Claudio Molč, dal presidente dell'associazione Guardia Krotoniate e presidente provinciale della Iaska (Federazione Italiana Kick Boxing e arti marziali) Antonio Parrotta, da Rino Capicchiano promotore dell'evento e da Massimo Cimino presidente regionale della Iaska.
"Un evento nel quale abbiamo creduto subito e che č una vetrina importante per la nostra cittā" ha detto l'assessore allo sport Claudio Molč.
"L'amministrazione Vallone punta molto sul binomio sport - turismo. Non a caso tra aprile e giugno accompagneremo una serie di eventi di respiro internazionale che riguarderanno sport diversi ma che richiameranno atleti e appassionati da tutt'Italia" ha aggiunto l'assessore allo sport
Nello specifico "Apocalypse Tournament" si apre sabato 5 aprile alle ore 20.00 con il Galā che prevede una sfilata degli atleti con partenza da Piazza Pitagora ed arrivo al Palamilone dove sarā accesa la "fiaccola" dei giochi.
Il 6aprile il via alla parte agonistica con esibizioni e tornei tra cui il titolo europeo K1 e il titolo italiano MMA.
"Molti pensano al Kick Boxing ed alle altre marziali come sport violenti. In realtā quando si ci si avvina a questi sport ci si rende conto della loro nobiltā dove prevale sull'agonismo soprattutto il rispetto dell'avversario" ha detto il presidente provinciale Iaska Antonio Parrotta
"Sono sport che aiutano a crescere, soprattutto i giovani. E sono tanti che frequentano le palestre dove si praticano. L'auspicio č che con questi eventi ci siano ancora tanti ragazzi che si avvicineranno alle arti marziali" ha detto il presidente regionale Iaska Massimo Cimino che ha ringraziato l'amministrazione comunale per la vicinanza e la disponibilitā.
Sull'aspetto delle ricadute territoriali a seguito di grandi eventi di carattere sportivo si č soffermato anche Rino Capicchiano, promotore dell'iniziativa crotonese, che ha sottolineato il beneficio di carattere economico che deriva al territorio dalla presenza di tanti appassionati oltre che di atleti e tecnici.
 
 
 
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO