Reati ambientali: tolleranza zero

 
Un momento della conferenza stampa
Un momento della conferenza stampa

"Qualche settimana di attivitÓ di sensibilizzazione e di prevenzione, poi tolleranza zero per gli abusi e le attivitÓ che danneggiano il bene comune"
Lo ha detto questa sera l'assessore all'Ambiente Michele Marseglia nel corso della conferenza stampa, che si Ŕ tenuta nella Sala Giunta del Comune di Crotone, di presentazione delle attivitÓ derivanti dalla convenzione sottoscritta con le associazioni di volontariato Federcaccia, Libera Caccia e LI.DA.
Conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente della Commissione Consiliare Ambiente Domenico Panucci ed il comandante del Corpo Vigili Urbani Domenico Clausi.
L'Amministrazione Vallone intende procedere ad un rafforzamento delle attivitÓ di prevenzione, tutela ambientale e dell'igiene pubblica in considerazione del quotidiano aumento delle azioni di degrado e di danneggiamento del patrimonio pubblico e dell'ambiente pi¨ in generale.
A tal fine ha ritenuto opportuno sottoscrivere una apposita convenzione con le tre associazioni di volontariato che supportando il comandoVigili Urbani, che coordinerÓ le attivitÓ, favoriranno la tutela dell'ambiente e dell'igiene pubblica e la repressione dei reati ambientali.
I volontari delle associazioni, per questa prima fase sperimentale di sei mesi, supporteranno l'attivitÓ istituzionale del Comando Vigili con particolare riferimento allo sviluppo, mediante l'attivitÓ di vigilanza, di un programma di prevenzione sulle tematiche della tutela dell'ambiente con particolar riferimento ai fenomeni di inquinamento del territorio (discariche abusive, reflui non autorizzati, deturpamento del paesaggio, tutela degli incendi ,rispetto delle disposizioni in materia di rifiuti).
Le attivitÓ consisteranno anche nella tutela del patrimonio faunistico e floristico, prevenzione del randagismo, maltrattamento degli animali ed anche interventi a tutela dell'igiene pubblica con particolare riferimento al contrasto all'abusivismo.
I cittadini, accanto alle divise dei vigili urbani, vedranno nei prossimi giorni vigilare sulla cittÓ, quelle delle guardie appartenenti alle tre associazioni.
Tra l'altro i volontari saranno muniti di lettore di microchips per controlli sull'anagrafe canina.





 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO