Le "donne" di Eduardo

 
Un momento dell'incontro
Un momento dell'incontro

Una straordinaria attrice crotonese, Giusy Mellace, Ŕ stata protagonista con gli alunni della scuola "Maria Grazia Cutuli" del terzo appuntamento del progetto "Eduardo e la scoperta della Pace" promosso dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione che si Ŕ tenuto, questa mattina, al museo Civico del Castello Carlo V.
A dare il benvenuto agli alunni accompagnati dalle docenti Loredana Tallarico e Annamaria Quattromani, Ŕ stata la vice sindaco ed assessore alla Pubblica Istruzione Antonella Cosentino la quale ha evidenziato gli obiettivi del progetto: il valore della pace, della socializzazione, dello stare insieme ma anche la capacitÓ di ascolto, la curiositÓ, la creativitÓ fanno parte del percorso nel quale si coinvolgono gli alunni attraverso la conoscenza della vita professionale ed umana di uno dei grandi della letteratura italiana e del teatro e la lettura e l'approfondimento delle sue opere, delle sue commedie, delle sue poesie: Eduardo De Filippo
I ragazzi poi hanno letteralmente compiuto un viaggio nel mondo del teatro grazie alla grande disponibilitÓ e capacitÓ di interazione di Giusy Mellace, attrice ma anche una donna impegnata nel sociale e componente della Commissione Pari OpportunitÓ del Comune di Crotone.
"L'attore Ŕ un sarto, taglia, cuce, entra nel personaggio. Recitare Ŕ raccontare la vita, e come sosteneva Eduardo, la veritÓ e la semplicitÓ vanno portate in scena. Fare l'attore costa fatica. L'arte Ŕ fame Ŕ freddo" ha detto Giusy Mellace che ha spiegato ai ragazzi che l'attore sente "l'odore" del teatro, delle tavole del palcoscenico, Ŕ capace di creare sensazioni ed emozioni attraverso la sua arte.
Poi la tecnica. Giusy Mellace ha coinvolto direttamente i ragazzi facendogli impersonare vari ruoli, ricavati da commedie di Eduardo De Filippo, spiegando che ogni personaggio prima di interpretarlo va studiato in ogni suo dettaglio, anche fisico.
Giusy Mellace si Ŕ voluta anche soffermare su un aspetto particolare della storia teatrale di Eduardo: le sue donne. Le donne rappresentate nelle sue commedie: da Filumena Marturano a Concetta Cupiello. Donne forti, personaggi che per temperamento, carattere, slancio emotivo superano quelle degli uomini.
Pi¨ volte interrotta dagli applausi degli alunni, Giusy Mellace ha concluso il suo intervento ricordando ai ragazzi che Ŕ importante sempre avere passione per quello che si fa.
I ragazzi hanno anche voluto dedicare una delle poesie di Eduardo, "je vulesse truvÓ pace", una vera e propria poesia laica a Giuseppe, il ragazzo crotonese recentemente scomparso.
Erano presenti anche le studentesse dell'Istituto Gravina che stanno svolgendo alternanza scuola - lavoro presso la Casa Comunale.
Gli studenti che parteciperanno all'iniziativa, dopo l'incontro promosso dall'Amministrazione, saranno chiamati ad approfondire il tema coordinati dalla propria docente di riferimento ed nella prossima primavera presenteranno una loro perfomace, con qualsiasi forma espressiva, in un evento finale che vedrÓ coinvolte tutte le scuole aderenti al progetto ed al quale parteciperÓ anche Luisa De Filippo, nipote del grande Eduardo e figlia di Luca, e rappresentanti della Compagnia di Teatro "Luca De Filippo" che si interfacceranno con loro.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO