Un pericoloso ritorno al passato

 
L'appello al Presidente della Repubblica
L'appello al Presidente della Repubblica

Tutti i giornali editi da cooperative o enti no-profit hanno pubblicato questa mattina un appello al Presidente della Repubblica rispetto al previsto maxiemendamento del Governo che potrebbe decretare la chiusura di centinaia di giornali.
╚ un provvedimento che preoccupa chi come il sottoscritto ritiene la pluralitÓ di informazione un valore assoluto.
Un valore che ricordo non Ŕ solo mera enunciazione ma Ŕ garantito dalla nostra Costituzione.
La possibilitÓ che si possano cancellare in un solo colpo voci che sono al servizio dell'informazione e dei cittadini non Ŕ un segnal epositivo per la nostra democrazia oltre che rappresentare perdite di posti di lavoro.
Il nostro paese ha bisogno di una informazione ampia e non monca.
La libertÓ di pensiero e la libertÓ di parola sono valori essenziali. Ci sono stati tanti governi che pur ricevendo critiche ed osservazioni al proprio operato non hanno mai derogato a questa regola e, se lo parametriamo alla nostra realtÓ locale, non abbiamo mai negato a nessuno di potersi esprimere secondo la propria opinione.
Probabilmente ci troviamo di fronte ad un Governo che prima ha usato questi mezzi ed oggi non gradendo pi¨ reagisce e tenta di mettere il bavaglio.
Non esiste una stampa "comoda" o di "parte". Chi lo pensa non ha un criterio chiaro della parola democrazia. ╚ inaccettabile che il pensiero e il sentire comune possa essere condizionato e, ancor di pi¨ grave, che possa essere condizionato da una scelta del Governo.
Un pericoloso ritorno al passato che una moderna democrazia non pu˛ accettare.
Su questa vicenda Ŕ opportuno che chi rappresenta il nostro territorio in sede parlamentare faccia sentire il suo parere ed il suo dissenso rispetto ad una scelta che lede i diritti di tutti.
Auspico che l'appello possa essere colto dal presidente della Repubblica e che soprattutto si possa avviare una adeguata discussione parlamentare su un tema che riguarda tutti indistintamente.
Ugo Pugliese
Sindaco di Crotone

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO