Il Ministro Scajola ed il Sindaco Vallone
Il Ministro Scajola ed il Sindaco Vallone

Crotone Zona Franca Urbana.
Il Sindaco Peppino Vallone, ha firmato il contratto con il Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola che sancisce formalmente l'operativit delle prime risorse assegnate alla Zona Franca di Crotone.
E' stato il Ministro Claudio Scajola ad aprire i lavori, ospitati dalla Sala degli Arazzi, a Roma, durante i quali sono state attive le 23 zone franche urbane italiane con la partecipazione dei sindaci dei 23 comuni interessati dal progetto.
In diretta streaming sul web il Ministro Scajola ha annunciato che, al termine di una meticolosa attivit istruttoria ed un'attenta selezione delle aree bersaglio effettuata dal Ministero con la collaborazione delle Regioni, oggi arrivato il riconoscimento della Commissione Europea, step indispensabile per rendere operativo il provvedimento delle zone franche urbane italiane.
Ventitr comuni provenienti da undici regioni (ai 22 originari stato aggiunto L'Aquila in seguito al terremoto dello scorso aprile), diciotto zone franche nel mezzogiorno, cento milioni di euro totali per le prime due annualit (2008 e 2009), possibilit di estendere il provvedimento ad un periodo complessivo di quattordici annualit.
Questi i numeri di uno strumento che, sulla scorta della positiva esperienza francese dove le zone franche sono state introdotte un decennio fa, si propone di incentivare lo sviluppo delle aree pi disagiate dei comuni selezionati attraverso agevolazioni fiscali per le nuove piccole e microimprese.
E' stato il sindaco di Erice, il pi piccolo comune in cui sorger una zona franca urbana a testimoniare l'attenzione delle amministrazioni comunali verso questo innovativo strumento.
Subito dopo si passati al rituale delle firme dei contratti: ciascun sindaco ha raggiunto Scajola al tavolo della presidenza per stipulare un contratto di reciproco impegno all'avvio ed allo sviluppo delle zone franche urbane.
                                                                                                                                    

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO