Crotone citt solidale

Su invito dell'amministrazione comunale si tenuto un incontro nella sala consiliare incentrato sull'analisi del piano comunale per le politiche sociali proposto dal Comune di Crotone.
Con il consigliere delegato alle Politiche Sociali del Comune di Crotone, Filippo Esposito, hanno partecipato alla riunione l'assessore alle politiche sociali della Provincia di Crotone, Salvatore Pane, ed i rappresentanti di associazioni e sindacati operanti nell'ambito del sociale sul territorio cittadino e provinciale.
L'incontro ha rappresentato l'occasione per verificare quanto stato finora fatto nel settore delle politiche sociali dal Comune di Crotone e quanto ci si prepara a fare, con il supporto ed il costante confronto con i soggetti che operano nel settore.
Nel ricapitolare le attivit ed i progetti realizzati finora nell'ambito del piano comunale del sociale, il consigliere Esposito ha ricordato lo studio effettuato sulla realt degli anziani, una vera e propria mappatura dei bisogni e delle necessit finalizzato ad intervenire per migliorare la qualit della vita.
Per quanto riguarda il sostegno ai diversamente abili, Esposito ha fatto riferimento ad una struttura di accoglienza diurna recuperata nel centro storico, un'altra istituita in localit San Francesco ed ha annunciato che per l'inizio del prossimo anno sar realizzato un altro centro di accoglienza in localit Fondo Ges.
Per quanto riguarda i minori, il consigliere comunale delegato alle Politiche Sociali, ha sottolineato che Crotone, che lo scorso anno era ultima tra le citt italiane in questo ambito, ha recentemente ricevuto un riconoscimento da Legambiente per le nuove politiche ed i progetti realizzati dall'amministrazione comunale.
Nello specifico, Esposito, ha sottolineato che i parchi gioco accessibili anche ai bambini diversamente abili realizzati nel progetto "Stessi giochi stessi sorrisi" ha ricevuto la scorsa settimana un riconoscimento nel corso del convegno "Ecosistema Bambino 2009 - Buone pratiche per l'ambiente, l'infanzia e l'adolescenza" organizzato ad Urbino da Legambiente.
Esposito ha poi ricordato gli sforzi messi in campo dall'amministrazione comunale nonostante i tagli nel sociale operati a livello governativo, come ad esempio la realizzazione di una ludoteca a Papanice" o un programma di Ippoterapia destinato ai diversamente abili.
"Il piano comunale del sociale" ha sottolineato Filippo Esposito "si muove nella direzione non solo dell'assistenza ma soprattutto della integrazione delle fasce sociali pi deboli".
"Non a caso" ha aggiunto Esposito "sono stati promossi momenti di aggregazione e socializzazione che hanno visto coinvolti tanti anziani, disabili e minori a rischio della citt di Crotone"
"Deve esserci uno sforzo comune tra Comune, Provincia, Regione e associazioni - ha concluso Filippo Esposito "per migliorare i servizi e portare meno sofferenza possibile nelle case di chi con la sofferenza ha a che fare ogni giorno".
Questo ultimo concetto stato ripreso nel suo intervento dall'assessore alle Politiche Sociali della Provincia, Salvatore Pane che ha confermato che questo nuovo approccio di condivisione gi stato avviato a livello istituzionale da diverse settimane, insieme ad una nuova concezione delle politiche sociali, non pi intese come pura assistenza economica, ma come servizio.
Proprio nella logica di una programmazione concertata e sinergica, hanno preso la parola, nel corso della riunione, i rappresentanti della associazioni e dei sindacati di categoria presenti all'incontro, che hanno avuto la possibilit di sollevare questioni, sottoporre esigenze e proporre iniziative al fine di sostenere il lavoro degli enti.
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO