Una scoperta straordinaria

 
Edificio di et romana

 "Questa una giornata fortunata per la citt" dichiara il Sindaco Vallone dopo il ritrovamento, straordinario, di un edificio di origine romana da parte degli archeologi incaricati dal Comune di Crotone, nel corso dei lavori di riqualificazione di Discesa Fosso.
"La fortuna per qualche volta bisogna anche aiutarla" aggiunge il Sindaco Vallone "Consapevoli dell'immenso patrimonio presente nel sottosuolo della citt, sondiamo scrupolosamente i luoghi prima di effettuare lavori"
"Si tratta" aggiunge il Sindaco "a detta della Soprintendenza, con la quale da tempo collaboriamo costruttivamente, di un ritrovamento straordinario che cambia anche la storia di Crotone e per il quale ci siamo immediatamente attivati per conoscere nei dettagli quanto attualmente riportato alla luce".
Il ritrovamento dell'edificio risalente ad et romana stato effettuato a seguito di lavori di riqualificazione che l'amministrazione Comunale sta realizzando in Via Discesa Fosso.
Il progetto originario di riqualificazione della strada era stato gi approvato dalla soprintendenza per i beni archeologici.
A seguito di ritrovamenti, nel corso dei lavori, di rinvenimenti archeologici (originarie pavimentazioni, un silos, delle mura, una cisterna) stato opportuno nominare esperti archeologi esterni con il compito di indagare le preesistenze rinvenute.
Dopo un primo incarico di trenta giorni, considerato l'interesse storico - archeologico di quanto riportato alla luce, il Comune ha ritenuto opportuno prevedere altri venti giorni di indagine per verificare la consistenza dei ritrovamenti archeologici.
E' stato proprio nel corso di questo ultimo periodo che stata rinvenuta da parte degli archeologi, incaricati dal Comune di Crotone, un edificio di et romana.
Si tratta di un edificio monumentale di et romano imperiale con annesse terme. La datazione delle parti pi antiche sono databili tra il primo ed il secondo secolo dell'et imperiale. Le ultime risalirebbero al sesto secolo.
Edificio realizzato con tecnica mista con intonaci dipinti in stile pompeiano, pavimento in coccio pesto e presumibilmente con pavimenti marmorei di cui sono stati ritrovati, momentaneamente, alcuni resti.
"Avevamo gi rinvenuto in citt pregevoli testimonianze della Crotone antica" dichiara il Direttore del Museo Archeologico Domenico Marino "ma la straordinariet di questo ritrovamento sta nel fatto che per la prima volta siamo di fronte ad un edificio monumentale dell'et romana completo di un impianto di terme che rende particolarmente pregevole la scoperta".
Nell'immediatezza dello straordinario ritrovamento, il Sindaco Peppino Vallone ha sentito la soprintendente per i beni archeologici della Calabria - Simonetta Bonomi ed incontrato il responsabile degli scavi e direttore del Museo Archeologico Domenico Marino per una valutazione degli interventi immediati da predisporre.
E' stato convenuto che necessario proseguire le indagini nel tratto di strada dove si verificato il ritrovamento della Domus.
Nel frattempo Comune e Soprintendenza, sulla scorta dei dati gi in possesso e di quelli che emergeranno nel corso delle indagini costruiranno un progetto di valorizzazione dello straordinario sito che stato riportato alla luce.
"E' la giusta ricompensa" dichiara l'assessore alla Vivibilit Antonella Rizzo "per un anno di lavori che ha ricevuto critiche ma che ha rivelato una scoperta che pu cambiare la storia di questa citt".
 

 

 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO