L'incontro tra Crotone e Oporto

 
Crotone ed Oporto
Crotone ed Oporto

Un incontro tra due comunit ricche di tradizioni e cultura quello che si tenuto tra l'11 ed il 13 novembre tra i rappresentanti di Crotone e Oporto, nella popolare citt lusitana.
La trasferta portoghese dell'Amministrazione Comunale, che ad Oporto stata rappresentata dall'assessore alla Cultura Silvano Cavarretta, stata organizzata dallo stesso assessorato in collaborazione con il consigliere delegato al Turismo Francesco Pesce e rientra nell'ambito degli accordi intrapresi con l'Universit Lusofona ed il Comune di Porto in Portogallo,  allo scopo di creare i presupposti per un "protocollo di intesa" che si potesse materializzare in attivit concrete nel settore della Cultura e del Turismo.
Alla missione ha partecipato anche la soc. Turismo s.c.p.a.  rappresentata dall'operatrice  turistica,  Maria Rosa Prandelli .
L'iniziativa stata possibile anche grazie  all'impulso e dalla fattiva collaborazione del Prof. Fabio Carbone, archeologo, crotonese doc, che da circa 5 anni insegna nell'Universit "Lusofona" di  Porto ed stata fatta propria dall'Amministrazione comunale di Crotone che gi da tempo ha esteso i propri orizzonti e campi di interventi anche con Paesi stranieri, con i quali sta intessendo una serie di rapporti di partenariato in previsione di progetti comunitari.
Uno dei momenti centrali dell'incontro italo - portoghese   stato il "Seminario Internazionale del Turismo, Cultura e Networking" che si tenuto presso l'Universit di Porto organizzato dalla stessa Universit e dal Comune di Crotone
Il seminario stato aperto dalla relazione introduttiva del Prof. Fabio Carbone, seguita dalle relazioni della Prof.ssa Isabel Marques, Direttrice del corso di Laurea in "Turismo e Gestione di Imprese Turistiche" e della  Prof.ssa Susanna Ribeiro, Direttrice dell'Ufficio Comunale del Turismo della citt di Porto.
Nel suo intervento, l'assessore Silvano Cavarretta ha presentato il territorio di Crotone ed illustrando alcuni progetti messi in campo del Comune che potranno coinvolgere direttamente alcuni paesi stranieri, tra cui, naturalmente, il Portogallo.
Ampio spazio stato dedicato al progetto "Archo-tour  finalizzato alla riscoperta, valorizzazione e fruizione in senso dinamico delle tre pi grandi scuole di pensiero e di azione dell'antichit nate a Crotone, quella filosofica di Pitagora,  quella medica di Alcmeone e quella atletica di Milone, molto apprezzato dai presenti.
E'  seguita la relazione del Prof. Silvio Antonio De Matos dell'UNESCO che ha sottolineato l'importanza di riscoprire le identit, le originalit e le unicit  di un territorio o di un bene culturale, che sono gli elementi necessari perch un luogo od un bene possa essere riconosciuto "bene dell'umanit" e Crotone, a suo dire, pu ben aspirare a tale obiettivo.
Altra importante relazione quella del Dott. Sergio Figheira, Direttore e Responsabile delle imprese turistiche associate "Douro Azul", il quale ha illustrato la politica che si sta portando avanti  nel Portogallo e soprattutto soffermandosi sulla necessit del ruolo degli imprenditori che devono svolgere un ruolo attivo e predominante in questo settore, che deve comunque tendere a raggiungere standard europei e pi competitivi.
Il seminario si concluso con l'intervento del Rettore dell'Universit di Porto, Dott. Prof. Fernando Dos Santos Neves, che ha inteso ringraziare chi ha reso possibile questo "straordinario incontro", come lo ha definito, ribadendo la piena disponibilit dell'Universit a proseguire in tale cammino.
La missione si conclusa, attraverso la sottoscrizione di un protocollo di intesa, con l'impegno reciproco di ulteriori incontri e visite, di scambi di studenti universitari che verranno sin da quest'anno a fare degli stages a Crotone e di proporre sin da subito "pacchetti " concreti e reciproci per sviluppare il turismo scolastico tra le due realt, Porto e Crotone, di collegare  le grandi societ  turistiche dei due territori per scambi di esperienze e di visitatori e soprattutto concretizzare  al pi presto il progetto "Archeo-Tour" per il quale la Citt e l'Universit di Porto hanno dato la piena disponibilit per programmare e realizzare progetti in partenariato.
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO