Uniti contro la barbarie

 
Lo striscione sul Palazzo Comunale
Lo striscione sul Palazzo Comunale

Caro Giuliano, grazie. Grazie di cuore. Un semplice ma sentito e doveroso ringraziamento per la grande sensibilit che la citt di Milano ha offerto in occasione dei funerali di Lea Garofalo.
Grazie a Te, in modo particolare, per quel gesto, cos tanto umano, di aver portato a spalla le sue spoglie mortali. Un gesto da uomo, un gesto da sindaco, che non dimenticheremo.
La pagina scritta da Milano ha dato il senso compiuto della vuota inutilit che esprimono i concetti di sud e di nord e, viceversa, del grandissimo significato che assume la parola solidariet.
Sabato stato chiaro a tutti che definirsi milanesi o calabresi solo una espressione geografica. Questo paese, lo dimostrano le migliaia di persone che erano in piazza sabato scorso, molto meglio di come lo si dipinge.
Ringrazio di cuore la tua citt che ha confermato il tradizionale, grandissimo, senso civico esprimendo autentico dolore e non artefatta retorica.
Dalle tue parole, da quelle di Don Luigi Ciotti, si percepiva l'autentico rimpianto per una donna che oggi un simbolo non solo della Calabria ma di un paese intero.
Anche Crotone ha voluto ricordare, il giorno prima dei funerali, il sacrificio di Lea attraverso un momento di riflessione promosso dal mondo dell'associazionismo locale e sostenuto dall'amministrazione comunale. Non era la prima volta che il nome di Lea risuonava nell'aula consiliare.Molte sono state, in questi anni, le iniziative promosse nelle quali alla figlia Denise ed alla sorella Marisa sono arrivate dalla citt di Crotone vicinanza e solidariet. A Lea stata intitolata una piazza del centro citt e, auspichiamo, il prima possibile di poter scoprirne la targa che riporter un nome che, gi da tempo, impresso nel cuore dei crotonesi.
Tuttavia, al di l di tutte le iniziative, resta il sacrificio di Lea.
Che non una vittima di uomini ma della criminalit organizzata.
Un sistema di barbari che le comunit che si ispirano a principi di legalit sono chiamate fermamente a respingere.
In questo senso, giornate di unit come quelle di sabato, rappresentano la strada migliore per questa battaglia che non di una sola comunit ma dell'intero paese.
Peppino Vallone
Sindaco di Crotone

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO