Un "piano Crotone" condiviso

 
Un momento della conferenza stampa
Un momento della conferenza stampa

"All'incontro della scorsa settimana con il presidente della Regione Oliverio, che ha visto la partecipazione dei sindacati provinciali e di Confindustria, il Comune non stato un ospite".
Lo ha detto, pi volte, nel corso di una conferenza stampa indetta questa mattina ed alla quale hanno partecipato i componenti della sua Giunta, il sindaco Peppino Vallone, ribadendo il ruolo propositivo del Comune, evidenziando il clima nuovo e condiviso ritrovato sulla questione "Crotone" e la sensibilit dimostrata verso il territorio dal presidente Oliverio.
Il sindaco ha precisato che incontri che mettono al centro tematiche importanti per la citt, quello di venerd scorso certamente lo stato, non sono frutto dell'improvvisazione ma che sono stati accuratamente preparati attraverso giorni di lavoro che hanno visto impegnati gli uffici comunali, provinciali e regionali per arrivare a mettere in campo un "piano Crotone" che veda unanimemente coinvolte tutte le realt.
Il sindaco Vallone poi passato ad esaminare, punto per punto, le questioni emerse dal tavolo.
Sulla tematica della "Antica Kroton", il sindaco ha ricordato come l'Accordo di Programma Quadro contentente il progetto, risalente all'agosto 2013, vedeva come unico soggetto attuatore l'Ufficio di Presidenza della precedente Giunta Regionale.
"Pi volte abbiamo rappresentato alla vecchia compagine regionale la necessit di rimodulare il progetto. I nostri suggerimenti sono caduti nel vuoto con il risultato che i fondi destinati a Crotone sono stati messi a serio rischio mancando progetti concreti al riguardo. Circostanza che abbiamo rappresentato al president eOliverio che non solo ha dato ampie assicurazioni sulla possibilit di recupero di risorse importanti per la citt ma ha dato la disponibilit di prevedere una ulteriore copertura finanziaria per progetti del Comune cantierabili entro il 31 dicembre"ha detto il sindaco
L'altro aspetto stato quello ambientale. "No a nuove discariche. Abbiamo una posizione chiara e definita, univoca, Comune, Provincia e Regione, che rappresenteremo anche al Ministero dell'Ambiente attraverso documenti scritti e condivisi e rafforzati dalle posizioni sia dei sindacati e di Confindustria a livello provinciale e regionale" ha ribadito il sindaco Vallone.
"Questo vale sia per una discarica di servizio all'interno dell'ex area industriale sia per una eventuale discarica a Giammiglione, dove la nostra posizione di diniego chiara da tempo e per la quale la citt scesa in piazza qualche anno fa. Un diniego che siamo pronti a ribadire in qualsiasi sede" ha aggiunto il sindaco
Sull'aeroporto il sindaco ha ribadito che il Comune, cos come tutti gli altri soggetti hanno fatto tutto il possibile per garantire l'esistenza di questa fondamentale infrastruttura per il territorio.
"Ieri, dopo quattro anni c' stata la ricapitalizzazione da parte della Regione. Per quanto attiene il Comune, l'impegno di utilizzare le royalties del 2011 era gi stato presto e stabilito da tempo. Abbiamo fatto in modo da accelerare tutte le procedure. In pochi giorni non solo c' stata l'erogazione delle royalties del 2010 ai comuni costieri ma anche il decreto per il 2011. Un segnale importante di attenzione al territorio che arriva dalla Regione e che abbiamo fortemente sollecitato" ha proseguito Vallone.
"Per l'aeroporto, cos come per l'ambiente e per lo sviluppo della nostra citt ci battiamo ogni giorno. Se qualcuno vuole raccontare una favoletta diversa alla cittadinanza fa i conti con la sua coscienza" ha concluso Vallone


 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO