Pasquale siamo con te

 
Il portiere Palermo
Il portiere Palermo

Da assessore e da uomo di sport mi sarei augurato di poter esaltare le grandissime imprese sportive che i ragazzi della RN Auditore stanno compiendo in questo campionato di serie B.
Purtroppo mi trovo a dover commentare, con profonda amarezza, un episodio che con lo sport non ha nulla a che vedere.
L'aggressione al portiere della Rari, Pasquale Palermo, al quale va tutta la personale solidariet che esprimo anche a nome del sindaco Pugliese, non appartiene purtroppo alla cronaca sportiva.
Si tratta di un episodio inqualificabile compiuto ai danni di un ragazzo, al quale auguro di rimettersi presto, che aveva il solo torto di fare dello sport e di impegnarsi al massimo per la propria squadra.
Nello sport si pu vincere e perdere, fa parte del gioco. Ma propri operch un gioco, cos come ci si esalta per vittorie bisogna accettare con serenit le sconfitte.
Lo sport insegna valori che travalicano l'attivit agonistica e che aiutano nella crescita non solo sportiva.
La violenza non fa parte di questo mondo. La violenza non accettabile a bordo vasca dove si svolge una competizione sportiva.
Dopo aver appreso la notizia ho vissuto una profonda amarezza come tut ticoloro che amano e vivono lo sport.
Sono dispiaciuto per quello che accaduto a Pasquale al quale rinnovo solidariet e vicinanza cos come a tutta la sua squadra
Giustizia ordinaria e sportiva faranno il loro corso.
Ma al di l di quanto avverr in futuro c' un dato certo: lo sport superiore, i giovani che fanno sport sono superiori ai singoli ch ecredono di imporsi con la violenza e dimostrare con questi atteggiamenti di essere pi forti.
Son oin realt soltanto dei deboli.
Pasquale ,tu sei forte. Vai avanti, siamo con te.
Giuseppe Frisenda
Assessore allo Sport


 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO