L'autostrada che non c'è

 
L'autostrada che non c'è
L'autostrada che non c'è

Fa piacere constatare la notizia riportata da tutte le testate dell'inaugurazione del cosiddetto Frecciarossa che permetterà di impiegare tre ore nel tragitto ferroviario Roma- Milano.
Anche noi crotonesi con il treno - a unico binario- impieghiamo tre ore, per andare però a Cosenza, città che dista da Crotone 109 chilometri.
Se prendiamo poi l'intercity Sila che collega la Calabria con Roma proviamo le stesse emozioni dei viaggiatori della Transiberiana.
In altre aree d'Italia viene riqualificata la rete dei trasporti navali ed aerei, soprattutto viene amorevolmente accudita la rete stradale punto nevralgico dei traffici commerciali e turistici con il nord Europa. Se si posa, viceversa, lo sguardo sul nostro territorio tracciato in una qualsiasi cartina stradale si vedrà il vuoto: l'autostrada che non c'è. L'isolamento è dietro l'angolo e la famigerata strada statale 106 del tratto Sibari -Crotone meglio nota come la "strada della morte" per la frequenza e il numero di vittime che miete ogni anno è un esempio.
La 106 è assolutamente inadeguata al flusso veicolare ed è l'unica strada che collega Crotone con le altre città della regione.
E' significativo il silenzio assordante dopo le reiterate manifestazioni dei cittadini crotonesi - l'ultima volta qualche giorno fa - per avere una rete stradale adeguata agli standard europei e che favorisca lo sviluppo economico del nostro territorio.
Il 12 febbraio scorso Governo e Regione hanno siglato un accordo per l'erogazione di un miliardo e 700 milioni di euro dei Fondi delle aree sottoutilizzate.
Non si conosce però quali iniziative ha assunto il Cipe per realizzare le procedure di attuazione dell'accordo.
Come cittadino e amministratore ho scritto il 21 gennaio al presidente del Consiglio onorevole Berlusconi ed il 5 febbraio 2009 al ministro per le Infrastrutture onorevole Matteoli non ricevendo nessuna risposta.
Giovanni Capocasale
Assessore alla Cultura

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO