La tecnologia WiMax a Crotone

 
Wi Max a Crotone
WiMax a Crotone

Il 3 aprile presentazione nella sala consiliare

Si terrÓ il prossimo 3 aprile a partire dalle ore 11.30 nella sala consiliare del Comune di Crotone, il seminario di presentazione dei servizi WiMax nella cittÓ di Crotone.
Il programma dell'evento "il WiMax a Crotone le nuove tecnologie delle comunicazioni per il mezzogiorno" prevede i saluti di Agazio Loiero - Presidente della Regione Calabria, di Peppino Vallone - Sindaco di Crotone e di Carlo Simeone - Direttore Generale Linkem.
SeguirÓ una tavola rotonda moderata da Massimo Proietto - giornalista Rai alla quale parteciperanno Mario Valducci - Presidente Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati, Roberto Napoli - Commissario per le Infrastrutture e le Reti AGcom, Paolo Gentiloni Silveri - Responsabile Comunicazioni PD, Francesco Sulla - Assessore alle attivitÓ produttive della Regione Calabria e Antonella Stasi - Presidente Confindustria Crotone.
La partecipazione di tutti i cittadini alla societÓ dell'informazione Ŕ un tema cruciale per il futuro dell'Europa: da una parte permetterÓ il loro accesso ai servizi resi disponibili dall'innovazione tecnologica, dall'altra aumenterÓ la competitivitÓ del mercato interno.
Il digital divide, ossia la disuguaglianza di accesso e di fruizione alle nuove tecnologie di comunicazione e informatiche della societÓ dell'informazione, rischia di compromettere la competitivitÓ e lo sviluppo dei nostri territori. L'evoluzione dei servizi spinge verso soluzioni tecnologiche sempre pi¨ performanti. Tuttavia le aree con un basso numero potenziale di utenti rischiano di essere definitivamente abbandonate dal mercato ed essere sempre pi¨ in affanno, con il rischio di non riuscire a colmare il divario tra tecnologie ormai superate e le reti di nuova generazione. In questo quadro le aree disagiate, ovvero le zone a soggette a fallimento di mercato per la bassa densitÓ abitativa e la particolare confermazione orografica, rischiano di essere ulteriormente penalizzate.
Diventa necessario attuare un quadro strategico mirato ad aumentare l'accessibilitÓ tecnica dei siti e dei servizi in rete e ad estendere la copertura della banda larga, favorendo una crescita della cultura informatica. Accanto a tali interventi di natura tecnologica per l'abbattimento della barriera digitale occorre anche promuovere l'uso dell'ICT per una pi¨ efficace partecipazione dei cittadini ai processi politici e amministrativi, introdurre piani di educazione permanente (e-competence), prevedere politiche per aiutare tutte le minoranze ad integrarsi e migliorare il loro stile di vita e garantire il pieno coinvolgimento a livello sociale e lavorativo a tutte le persone a rischio di esclusione per etÓ e per diversa abilitÓ.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO