Vallone: Regole trasparenti per gli incarichi

"Trent'anni di servizio prestato all'interno dell'Ordine mi rendono particolarmente coinvolto in questa prima fase di concertazione tra l'amministrazione comunale e gli ordini professionali del territorio". Così il Sindaco di Crotone Peppino Vallone ha commentato la sinergia tra le categorie e l'amministrazione da cui è scaturito il nuovo regolamento per l'affidamento di incarichi dei servizi di ingegneria ed architettura di importo inferiore a € 100.000. "Con questo regolamento - ha spiegato Vallone - si intende procedere, in un'ottica di trasparenza e di legalità, nel ricorso a professionalità esterne all'amministrazione per il conferimento di incarichi pubblici di importo inferiore a € 100.000" Con Vallone all'incontro erano presenti l'assessore comunale ai lavori pubblici Antonella Rizzo e Salvatore Mastroianni, presidente provinciale del C.U.P. . "Si tratta di un percorso nuovo - ha osservato Mastroianni - che non è privo di asperità. Ma l'obiettivo è quello di procedere per giungere ad una piena comunione di intenti ed a decisioni condivise e partecipate". Il presidente del C.U.P. ha anche precisato: "non intendiamo fare la parte dei commensali di pietra, ma chiediamo un pieno coinvolgimento operativo ed offriamo all'amministrazione pubblica le nostre competenze e le nostre professionalità affinché vengano utilizzate per il bene comune." L'Assessore ai Lavori Pubblici Antonella Rizzo ha poi illustrato i contenuti tecnici del nuovo regolamento. "Si tratta - ha sottolineato - di uno strumento di legalità e di trasparenza, ma anche di tutela nei confronti di quei giovani professionisti crotonesi, che si affacciano nel mercato del lavoro e che sono alle prime esperienze lavorative". "Viene garantita - ha spiegato - la presenza all'interno dei gruppi di progettazione incaricati di giovani professionisti con iscrizione entro i cinque anni presso i relativi ordini". L'Assessore ha poi aggiunto: "con questo regolamento, come ci è stato proposto dagli ordini professionali non si tenderà a privilegiare quelle società o quei professionisti che offriranno il massimo del ribasso. Miriamo invece ad ottenere il massimo della qualità nella progettazione e nell'esecuzione delle opere da realizzare ed all'eliminazione delle offerte anomale". All'incontro sono intervenuti tra gli altri Roberto Federico, presidente dell'Ordine degli Ingegneri, il presidente dell'Ordine dei Commercialisti, FernandoBatti, Antonio Amodeo, Segretario dell'Ordine degli Architetti, il Geometra Gennaro Bagnato, presidente del collegio dei geometri, l presidente del collegio provinciale dei periti industriali, Alessandro Garofalo. E' stata espressa la volontà di proseguire nel cammino della concertazione, e sono emersi anche suggerimenti migliorativi dello stesso regolamento tendenti a garantire un'equa ripartizione degli incarichi ed una effettiva rotazione tra coloro che si iscriveranno nell'albo predisposto. Fonte: La Gazzetta del Sud

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO