Il Comune presenta una proposta progettuale per l'integrazione sociale degli stranieri

Il Comune ha presentato al Dipartimento per i Diritti e le Pari OpportunitÓ della Presidenza del Consiglio dei Ministri una proposta progettuale finalizzata ad assicurare un percorso di assistenza e integrazione sociale agli stranieri che vivono sul nostro territorio ai sensi di quanto previsto dall'avviso n. 9 del 4 febbraio 2008 della Presidenza del Consiglio. In particolare il bando della Presidenza del Consiglio prevede la presentazione di progetti rivolti ad assicurare i percorsi di assistenza agli stranieri che intendano sottrarsi alla violenza e ai condizionamenti di soggetti dediti al traffico di persone a scopo di sfruttamento. Come sostiene l'Assessore alle Pari OpportunitÓ del Comune - Eugenia Garritani "sul nostro territorio sono segnalati diversi casi di sfruttamento di minori e soprattutto di induzione alla prostituzione di donne straniere" "Da qui" continua la Garritani "l'esigenza di porre in essere iniziative idonee che scoraggino tali fenomeni di sfruttamento e degrado sociale". Il Comune attraverso l'Ufficio Servizi Sociali comunale ha redatto, in base agli indirizzi contenuti nell'avviso della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il progetto "Centro Servizi alla LegalitÓ e all'Orientamento" candidando lo stesso al finanziamento statale. Il piano finanziario ammonta a complessive € 115.000 con la previsione di un cofinanziamento comunale pari al 30% in caso di effettivo finanziamento ministeriale. Tra le attivitÓ progettuali previste: l'accoglienza abitativa, il sostegno psicologico e relazionale, il supporto per l'ottenimento del permesso di soggiorno, l'attivitÓ di assistenza legale. "Un proposta progettuale che speriamo venga accolta" commenta il Sindaco Peppino Vallone "e che rientra nelle azioni volte a sostenere la crescita e l'equilibrato sviluppo culturale e sociale dei cittadini, anche immigrati ed appartenenti ad etnie diverse"

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO