Il percorso dei sensi. Serate di cultura, spettacolo e musica al Castello Carlo V

 
Il percorso dei sensi
Il percorso dei sensi

Con l'esposizione di opere di oltre quaranta artisti, uno spettacolo teatrale, tre concerti, la proiezione di cortometraggi firmati da giovani registi locali ed internazionali, e numerose altre performance artistiche, il "Percorso dei sensi" animerà il castello di Carlo V dal 21 al 24 agosto prossimi.
La terza edizione della manifestazione, organizzata dal comitato provinciale dell'Aics (Assocazione italiana cultura sport) con il patrocinio del Comune di Crotone, si annuncia come la più suggestiva, che restituirà ai cittadini gli spazi della fortezza in una veste totalmente nuova.
Il programma del "Percorso dei sensi", è stato presentato questa mattina dall'assessore all'Identità, Silvano Cavarretta, e dai rappresentanti dell'AICS Piergiorgio Marchese e Leonardo Grecoraci presso la casa della Cultura.
Presente anche il consigliere comunale Francesco Pesce.
Ogni sera, a partire dalle 19, si potrà seguire, all'interno del castello, un singolare percorso tra le più varie forme artistiche, opera dell'entusiasmo e del talento di giovani attori, musicisti, cantanti, pittori, scultori, registi e fotografi crotonesi.
Ciascuna sezione ha visto un responsabile dell'Aics impegnato nella selezione degli artisti: in particolare Agostino Russo ha avuto il compito di convocare i pittori e gli scultori che esporranno le proprie opere negli spazi messi a disposizione dell'Amministrazione comunale, Carlo Alberto Riolo si è occupato della sezione fotografia, Aldo e Severino Iuliano hanno selezionato i corti da proiettare nelle serate di sabato 22 e domenica 23 agosto a partire dalle 21.30, e Franco Eco ha firmato la regia dello spettacolo teatrale che venerdì 21 agosto alle 21.30 aprirà ufficialmente la manifestazione.
Gli attori crotonesi Giusy Mellace e Andrea Giuda porteranno in scena "L'amante" di Harold Pinter, premio Nobel che in questa commedia giovanile tratta il tema del tradimento secondo le regole del teatro dell'assurdo.
La serata di sabato 22 agosto prevede, invece, oltre alle proiezioni ed al dibattito sulle realtà indipendenti del cinema italiano di oggi, il concerto di Pompilio Turtoro, autore crotonese che, a partire dalle 22.30 proporrà i brani che ha composto per i Nomadi e Jarabe de Palo.
La rassegna sul cortometraggio proseguirà domenica 23, serata che vedrà esibirsi i Vessel, una composizone inedita di Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi dei Giardini di Mirò, e Alessandra Gismondi dei Pitch che proporranno un repertorio che si confronta a tutto campo con la musica d'autore, il cantautorato, il folk e la psicadelia.
Oltre alla premiazione dei vincitori del progetto "Piccoli passi", iniziativa nazionale dell'Aics tesa alla promozione dell'integrazione tra le diverse culture attraverso un concorso di letteratura e fotografia, la serata di lunedì 24 agosto prevede, infine, un evento espressamente voluto dall'amministrazione comunale.
Ad esibirsi gratuitamente nel Castello di Carlo V sarà Renata Mèznov, artista di fama internazionale che nel recital "La Sonrisa Ancha" (il sorriso aperto), ripercorrerà con voce e chitarra la tradizione cubana e l'antica Russia.
"Il suggestivo concerto è dedicato a tutti i cittadini come momento di socialità e condivisione al di fuori dei rapporti istituzionali, occasione non solo per incontrarsi bensì per offrire a tutti la possibilità di visitare il nostro Castello e le sue dipendenze che in questi giorni sono stati oggetto di un vero e proprio intervento manutentivo che lo hanno resi fruibili nella loro totalità» ha dichiarato l'assessore Cavaretta.
«La terza edizione del "Percorso dei sensi" - continua Silvano Cavarretta - si sposa con l'impegno dell'amministrazione Vallone nella valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale del territorio».
Il talento degli oltre 40 artisti crotonesi che saranno impegnati nell'iniziativa è una delle risorse da valorizzare, così come il castello, su cui si sono concentrate le prime settimane di lavoro del neoassessore.
«Il castello è il punto di partenza dell'affermazione della cultura della nostra città», ha proseguito Cavarretta, cui ha fatto eco il consigliere Pesce: «I problemi nel rilancio della cultura e del turismo locali esistono, ma ci sono tanti elementi positivi che possediamo e che non sappiamo di possedere, e che stiamo riscoprendo anche insieme all'entusiasmo di questi ragazzi. Non è un lavoro, ma per tutti è una sfida in cui credere con convinzione».
Il presidente del comitato provinciale dell'Aics, Piergiorgio Marchese, ed il vicepresidente Leonardo Gregoraci, hanno illustrato il programma del "Percorso dei sensi", innovativo rispetto al passato per il convergere di sempre più forme artistiche.
 

 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO